Come dimagrire velocemente nel modo giusto e salutare

by Blogger Indipendenti on

Dieta a zona, vegetariana e mediterranea un tris vincente di forma e salute

Dieta del cavolo, paleolitica, fruttarianesimo, dieta della Bibbia, in un mondo sempre più ossessionato da bellezza e forma fisica prolificano su web e riviste diete sempre più strane, squilibrate e restrittive ma per dimagrire bene bisogna tener presente la cosa più importante:la salute.

Qualsiasi dieta si scelga bisogna sempre tener presente un fattore importantissimo:il nostro corpo è formato per circa il 72% di acqua e questo elemento non dovrebbe mai mancare in quantità abbondante in una dieta equilibrata, i medici ne consigliano almeno un litro e mezzo al giorno per reintegrare i liquidi persi durante la giornata da assumere anche attraverso frutta e verdura.

Se si vuole cominciare ad affrontare una dieta sana e ipocalorica da poter portare avanti per tutta la vita senza rischiare la salute gli esperti consigliano tre diete: la dieta a zona, la dieta vegetariana e la dieta mediterranea.

DIETA A ZONA

L’ideatore di questa dieta è il biochimico americano Barry Sears. La zona è uno stato metabolico dell’organismo in cui questo lavora al suo massimo picco di efficienza.In questo stato il corpo funziona al meglio senza subire attacchi di fame e portando al massimo le prestazioni durante l’attività fisica.

Questa dieta sostiene che introducendo nel corpo in quantità equilibrate carboidrati, proteine e grassi (40%-30%-30%) si possa raggiungere uno stato fisico e mentale ottimale oltre a ridurre notevolmente il grasso corporeo nel momento in cui si sia in sovrappeso.

La dieta a zona è ancora discussa dalla comunità scentifica che guarda con sospetto le diete che fanno perdere peso troppo in fretta come questa.

DIETA VEGETARIANA

La dieta vegetariana è sempre più scelta dagli italiani (6,5% della popolazione) come una scelta etica nel confronto del mondo animale e come scelta per la propria salute.

La dieta vegetariana può essere di tre tipi: vegetariana semplice con la sola rinuncia a carne e pesce, vegana con la rinuncia di tutti gli alimenti di origine animale (uova e latticini) e crudista con solo il consumo di frutta e verdura crude.

I benefici di questa dieta sono indiscussi: abbassamento del rischio di diabete, ipertensione e obesità ma bisogna far in modo di reintegrare le proteine animali con quelle vegetali.

DIETA MEDITERRANEA

La dieta mediterranea è forse quella universalmente riconosciuta come la più equilibrata e completa. Come modello è ispirato alle abitudini alimentari dei popoli del bacino del mediterraneo: Italia, Spagna, Marocco e Grecia.Il 16 novembre 2010 a Nairobi, in Keny a l’UNESCO ha iscritto la Dieta Mediterranea nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Umanità.

La base alimentare della dieta mediterranea è costituita da pane, frutta, verdura, erbe aromatiche, cereali, olio di oliva, pesce e vino e anche se i popoli che vivono nelle nazioni del Mediterraneo consumano quantità relativamente elevate di grassi hanno minori tassi di malattie cardiovascolari rispetto alle popolazioni che consumano la stessa quantità di grassi ma di origine animale.

Dopo essersi rivelata protettiva nei confronti di malattie cardiovascolari, tumori e probabilmente di allergie e asma, gli studi segnalano i potenziali effetti protettivi sul cervello riducendo addirittura l’insorgenza del morbo di Alzheimer.

Written by: Blogger Indipendenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *